I concetti principali dell’assicurazione invalidità

Assegno per il periodo d’introduzione

Se all’inizio di un rapporto di lavoro il paziente non è ancora in grado di fornire le prestazioni che ci si potrebbero attendere da lui al termine del periodo d’introduzione o di avviamento, il datore di lavoro può ricevere un assegno per il periodo d’introduzione per non più di 180 giorni. L’assegno corrisponde al massimo al salario lordo mensile dell’assicurato e non può superare l’importo massimo dell’indennità giornaliera. Esso include i contributi sociali del datore di lavoro.