ai-pro-medico

Piattaforma d'informazione
per medici

Integrazione

L’AI si fonda sul principio «priorità dell’integrazione sulla rendita», in base al quale le persone con danni alla salute devono essere messe in condizione di garantirsi l’esistenza, per quanto possibile, svolgendo un’attività lucrativa nel mercato del lavoro primario. Solo se la capacità al guadagno non può essere ristabilita, mantenuta o migliorata mediante provvedimenti d’integrazione ragionevolmente esigibili, si valuta il diritto a una rendita.

I provvedimenti d’integrazione comprendono:

  • I provvedimenti d’intervento tempestivo, che hanno lo scopo di permettere agli assicurati con problemi di salute di rimanere il più possibile capaci al lavoro, di mantenere il posto attuale o di essere integrati in uno nuovo. I principali provvedimenti d’intervento tempestivo sono l’adeguamento del posto di lavoro, i corsi di formazione, il collocamento, l’orientamento professionale e i provvedimenti d’occupazione.
  • I provvedimenti di reinserimento, che fungono da preparazione all’esecuzione di provvedimenti professionali affinché questi abbiano buone possibilità di successo e sono particolarmente indicati per pazienti con problemi psichici. I principali provvedimenti di reinserimento sono il ripristino della resistenza psicofisica, il potenziamento della prestazione lavorativa e i provvedimenti d’occupazione.
  • I provvedimenti professionali, che comprendono l’orientamento professionale, la prima formazione professionale, la riformazione professionale, il collocamento, il lavoro a titolo di prova, l’assegno per il periodo d’introduzione, l’indennità per sopperire all’aumento dei contributi e l’aiuto in capitale.
  • I provvedimenti sanitari (d’integrazione), volti alla cura di infermità congenite e al miglioramento della capacità al guadagno, che sono coperti dall’AI fino al 20° anno di età. Successivamente, l’assunzione delle spese per i provvedimenti sanitari spetta all’assicurazione malattie.
  • I mezzi ausiliari, quali ad esempio apparecchi acustici, carrozzelle, scarpe ortopediche, apriporta automatici o dispositivi necessari per poter utilizzare apparecchi.

RICERCA