NEWS

29.07.2019

La convenzione di sicurezza sociale tra la Svizzera e il Kosovo entrerà in vigore il 1° settembre 2019. Essa coordina i sistemi di sicurezza sociale dei due Stati contraenti per quanto riguarda la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità e disciplina in particolare il pagamento delle rendite all’estero.

03.07.2019

Nella sua seduta del 3 luglio 2019, il Consiglio federale ha nominato Stéphane Rossini a capo dell’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS). Il nuovo direttore succederà a Jürg Brechbühl il 1° dicembre di quest’anno.

21.06.2019

Il rapporto annuale sulle assicurazioni sociali prescritto dall’articolo 76 della legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali (LPGA) è stato approvato dal Consiglio federale il 21 giugno. Istantanea del sistema, il rapporto «Assicurazioni sociali 2018» dà un quadro generale, anche in prospettiva, delle assicurazioni sociali e dell’attualità politica che ne determina lo sviluppo. Ogni singola assicurazione è presentata in relazione alle altre sulla base degli...

17.06.2019

Nel 2018, le uscite delle prestazioni complementari (PC) sono cresciute del 2,1 per cento, raggiungendo i 5,0 miliardi di franchi. Circa il 30 per cento di questi costi è stato assunto dalla Confederazione e il resto dai Cantoni. Nel dicembre 2018 le persone che beneficiavano delle PC all’AVS erano 209 200, ossia 4 400 (2,2 %) in più rispetto alla fine del 2017. La quota dei beneficiari di rendite di vecchiaia che necessitavano delle PC ammontava al 12,5 per cento. Negli ultimi anni essa ha...

07.06.2019

Dal 1° settembre 2019 è previsto che le assicurazioni sociali possano svolgere osservazioni nell’ambito della lotta agli abusi. Nella sua seduta del 7 giugno 2019, il Consiglio federale ha adottato le disposizioni d’ordinanza sull’osservazione degli assicurati. Per svolgere tali operazioni, gli specialisti necessiteranno di un’autorizzazione e dovranno rispettare prescrizioni specifiche relative alla protezione della sfera privata e all’impiego di strumenti tecnici.

04.06.2019

Essa fornisce dati attuali sui singoli rami assicurativi e sul Conto generale delle assicurazioni sociali. Gli esemplari stampati della statistica potranno essere ordinati gratuitamente a partire dalla fine di giugno del 2019 presso l’Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL), Distribuzione pubblicazioni, CH-3003 Berna, www.pubblicazionifederali.admin.ch (n. di ordinazione 318.001.19I). La statistica tascabile «Assicurazioni sociali in Svizzera» 2019 è disponibile anche in...

27.05.2019

Nel 2018 l’assicurazione federale per l’invalidità (AI) ha versato prestazioni a circa 433 000 persone, registrando un deficit di 65 milioni di franchi a fronte di uscite per 9,3 miliardi. Le rendite sono state la voce di spesa principale, con un totale di 5,3 miliardi di franchi. Delle 248 000 rendite d’invalidità, circa 218 000 sono state versate in Svizzera e 30 000 all'estero. I costi complessivi dei provvedimenti individuali, di cui hanno beneficiato circa 200 000 persone, sono ammontati a...

23.05.2019

Nel 2018, il numero delle nuove rendite AI si è attestato a 15 400 unità ponderate, un dato che rispecchia l’andamento del volume degli anni precedenti. I provvedimenti d’integrazione professionale eseguiti sono ancora aumentati. Prosegue infine la lotta agli abusi assicurativi, da agosto 2017 senza osservazioni.

22.05.2019

Il Consiglio federale vuole migliorare la situazione dei familiari assistenti. Nella sua seduta del 22 maggio 2019, ha trasmesso al Parlamento il messaggio sulla legge federale concernente il miglioramento della conciliabilità tra attività lucrativa e assistenza ai familiari. La nuova legge disciplina la continuazione del pagamento del salario in caso di brevi assenze dal lavoro, introduce un congedo indennizzato per l’assistenza a un figlio gravemente malato o infortunato, estende il diritto...

15.05.2019

Nei prossimi anni la domanda di manodopera qualificata aumenterà ulteriormente. Nel contempo l’evoluzione demografica intensificherà la concorrenza per accaparrarsi questa forza lavoro. La libera circolazione con l’UE contribuisce a coprire tale fabbisogno senza lungaggini burocratiche. Tuttavia, il Consiglio federale intende garantire che le imprese svizzere reclutino in Svizzera il più possibile la manodopera di cui hanno bisogno. Di conseguenza, nella seduta del 15 maggio 2019 ha disposto una...